Giulia Grillo, ministro della Salute
in foto: Giulia Grillo, ministro della Salute

"La vicenda della festa e dell'interruzione delle attività all'Ospedale del Mare? Guardi all'inizio sembrava una fake news per quanto incredibile. La mia presenza in Campania oggi è sicuramente collegata anche a quanto accaduto". Il ministro della Salute, Giulia Grillo è infatti oggi in città per una visita a reparti di vari ospedali partenopei. Nel calendario di appuntamenti c'è oltre il Monaldi anche l'Ospedale del Mare di Ponticelli, protagonista in negativo di una assurda vicenda, un reparto – quello di Chirurgia Vascolare – sostanzialmente chiuso per consentire a medici e paramedici di partecipare alla festa del nuovo primario. "Non basta oggi dire che ci sono persone dispiaciute. È una cosa che non doveva accadere. Ci sono vari gradi di responsabilitò e noi li accerteremo tutti e agiremo di conseguenza".

Attivata l'ispezione dei carabinieri del Nas, ieri all'ospedale del Mare, avviata la sospensione del professionista e una inchiesta interna che potrebbe avere esiti anche penali e determinare pesanti prese di posizione anche dall'Ordine dei Medici, oggi pomeriggio il ministro M5S si recherà nella nuova struttura partenopea a Napoli Est. Il ministro del goverrno Conte è accompagnato dalla capogruppo regionale del M5S, Valeria Ciarambino. Previsto anche un incontro con una
delegazione del Comitato genitori bimbi trapiantati e nel primo pomeriggio un faccia a faccia a Palazzo Santa Lucia col governatore Vincenzo De Luca.

"La Campania è una Regione che merita una particolare attenzione non per venire a tagliare nastri ma per cercare di capire come il Ministero può aiutare la Regione visto che l'organizzazione della Sanità e il suo funzionamento sono collegate naturalmente alla politica regionale", dice Grillo, lasciando l'ospedale Monaldi di Napoli. L'esponente pentastellato ha ricordato che sono le Regioni a dare l'assistenza sanitaria ai cittadini ed ha sottolineato che "ci sono regioni al top e altre che non lo sono. Questo Governo, io come ministro e tutta la struttura del Ministero siamo a disposizione di queste Regioni per cercare di migliorare i servizi ai cittadini".