Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Litiga con una vicina di casa, e per ripicca le incendia l'auto. La vicenda è accaduta a Grumo Nevano, nel Napoletano, e si è conclusa con l'arresto di un uomo, risultato essere un sessantacinquenne del posto, incensurato. L'uomo è stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord, su proposta della locale Procura della Repubblica.

Dalle indagini dei carabinieri della stazione di Grumo Nevano, è emerso infatti un quadro indiziario nei confronti dell'uomo che ha portato all'accusa del reato di danneggiamento a seguito di un incendio. L'episodio era accaduto lo scorso 25 agosto, nel territorio del comune dell'hinterland napoletano: l'uomo aveva avuto una discussione molto "animata" con una vicina di casa, per banali problemi di natura condominiale. Poi però per ripicca aveva deciso di cospargere di benzina la vettura della donna, dandole fuoco. Dopo le indagini, i carabinieri hanno lo hanno arrestato in osservanza dell'ordinanza di custodia cautelare, portandolo nel carcere napoletano di Poggioreale al termine delle formalità di rito dove resterà a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Proprio quel 25 agosto, si era verificato a Grumo Nevano un altro episodio di violenza inaudita, con una violenta sparatoria nata dopo che un uomo aveva chiesto alla fidanzata di un amico di poterla "seguire" su Instagram. La vicenda, che solo per caso non finì in tragedia, portò all'arresto di due persone, una delle quali durante la vicenda era anche sottoposta agli arresti domiciliari.