Dopo una giornata di polemiche la casa editrice Feltrinelli decide di prendere posizione sulla vicenda della guida Rough Guide "Italia del Sud", che contiene un passaggio molto critico sull'entroterra tra Napoli e Caserta che ne sconsiglia la visita ai turisti perché "dominato dalla camorra". Un passaggio che ha generato anche la dura presa di posizione del sindaco di Caserta Carlo Marino.  «La casa editrice Feltrinelli è il concessionario italiano di Rough Guide, uno dei marchi più autorevoli dell’editoria di viaggio, nato in Inghilterra nel 1982 e oggi distribuito in tutto il mondo con oltre 120 destinazioni  – si legge nella nota- . Le guide Rough Guide sono note per il loro stile diretto e personale e per rappresentare i luoghi dal punto di vista di viaggiatori che condividono percorsi di visita con altri viaggiatori, sulla base di esperienze e opinioni soggettive»

«È del tutto evidente che i giudizi legittimi degli autori delle singole guide, frutto delle loro esperienze, non rappresentano il punto di vista dell’editore né del Gruppo Feltrinelli. Non lo rappresentano, nel caso specifico, i giudizi su Caserta e sull’area casertana presenti nella guida "Italia del Sud e isole". Abbiamo raccolto con grande attenzione le indicazioni che ci sono state sottoposte circa il territorio casertano e ci riserviamo di entrare in contatto con la sede centrale di Rough Guide a Londra e con gli autori perché vengano valutate le adeguate modifiche in vista di eventuali nuove edizioni della guida, non solo nella versione italiana ma anche in tutte le future edizioni internazionali. L’impegno del Gruppo Feltrinelli per il Sud del nostro Paese e per lo sviluppo della cultura nell’intero territorio nazionale è sotto gli occhi di tutti: con le nostre produzioni editoriali e con gli investimenti importanti che anche di recente hanno determinato nuove aperture di Librerie divenute in breve tempo il centro propulsivo del relativo territorio. Continueremo in questa direzione, condividendo la passione dei nostri librai e rafforzandoci giorno per giorno dal confronto con le istituzioni e con i nostri clienti/lettori» conclude.