È indagato per omicidio colposo per eccesso di legittima difesa Luigi Corcione, il gioielliere di Frattamaggiore (Napoli) che la sera di sabato scorso ha ucciso con colpi di pistola uno dei quattro rapinatori che poco prima avevano preso d'assalto il suo negozio. La Procura di Napoli Nord ha iscritto nel registro degli indagati il commerciante che ha una difesa chiara in tal senso: "C'era una situazione di pericolo concreto e, se sarà confermato che il mio cliente si è trovato davanti a quattro persone armate, anche in una situazione di pericolo imminente". Queste le frasi dell'avvocato del gioielliere.

La vittima dell'uomo, Raffaele Ottaiano era uno dei tre rapinatori armati e in maschera che in mezzo alla folla aveva preso d'assalto il negozio di preziosi. L'indagine coi conseguenti atti di informazione giudiziaria è un atto dovuto che consentità al gioielliere nominare tra le altre cose un perito che assisterà all'esame autoptico da eseguire sul corpo di Ottaiano. Secondo quanto si apprende sono ancora in corso i rilievi balistici, gli esami per accertare la presenza di polvere da sparo sugli indumenti della vittima e altri accertamenti di cui si sta occupando la Scientifica.