In poche ore l'appello del comune di Napoli a segnalare possibilità di aiuto ai migranti in mare semmai dovessero sbarcare in città, ha riscosso centinaia di adesioni. Dalle ore 16.15 quando è stato diffuso il modulo sul sito del comune di Napoli alle 18.30
erano 623 le persone o famiglie che offrivano  disponibilità: 355 dall’ Area metropolitana di Napoli; 167 da Napoli città; 45 dai Comuni in Campania ( esclusa area Metropolitana di Napoli ) e 56 da Comuni altre Regioni.

Tantissimi hanno offerto alimenti e vestiario, molti aiuti economici, c'è anche chi ha offerto cure mediche, mezzi di trasporto e addirittura si è offerto di trasbordare con natanti i migranti.

Intanto il comandante della nave Ong Sea Watch, in mare ormai da due settimane con oltre 32 migranti, in attesa di un porto sicuro dove attraccare ha inviato una mail al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, il quale si era detto disponibile a far attraccare la nave, nonostante il ‘no' del ministro dell'Interno Matteo Salvini. "Egregio signor sindaco de Magistris, a nome dell'equipaggio, dell'organizzazione Sea Watch e soprattutto a nome dei nostri ospiti a bordo, desideriamo ringraziarvi per la generosa offerta. – si legge nella mail – "I nostri ospiti sono fuggiti da situazioni di vita difficile, molti di loro hanno lasciato alle spalle esperienze di guerra, torture e miseria. Ci consideriamo fortunati per essere in contatto con i cittadini della sua città e con lei signor sindaco de Magistris, nonostante i tentativi di intimidazione da parte dell'attuale Governo Italiano" conclude.