NAPOLI – Il Lungomare Caracciolo è pronto a rifarsi il trucco e a mostrare un nuovo volto. È stato infatti affidato, con apposito bando di gara, il progetto di restyling e riqualificazione del cosiddetto "Lungomare Liberato" perché pedonale: ad effettuare i lavori sarà lo studio di architetti, ingegneri e progettisti napoletani Discetti, insieme a Tecno Inn. L'intera opera di riqualificazione costerà 13,2 milioni di euro, reperiti grazie a fondi europei. Manca ancora la firma del contratto, che arriverà dopo i controlli di rito sulla documentazione presentata dalla socità vincitrice del bando, poi si potrà procedere fattivamente con i lavori.

Ma, come cambia, in sostanza, il Lungomare di Napoli? La novità di maggior rilievo sarà sicuramente la pavimentazione: via l'asfalto, che lascerà spazio alla pietra lavica. Saranno istituite inoltre due corsie per la circolazione dei mezzi di soccorso e per quelli autorizzati al transito nell'area pedonale; i marciapiedi, sul lato opposto al mare, saranno ampliati per consentire ai pedoni di passeggiare più comodamente; infine, verrà istituita una pista ciclabile completamente nuova rispetto a quella già esistente. Infine, saranno installate aree pubbliche e verdi che favoriscano la sosta di coloro che passeggiano sul Lungomare. Il Comune di Napoli, che ha premuto molto sul progetto, aveva già presentato un suo rendering nel 2015.