Il ponte della Sanità  che percorre la zona di corso Amedeo di Savoia sovrastando il popoloso dedalo di vicoli del "cuore " di Napoli sembra una vera e propria vasca d'acqua piovana: le caditoie sono occluse, le forti piogge di queste ultime ore su Napoli hanno creato un "effetto secchio", lasciando la zona pericolosamente piena d'acqua piovana.  Ieri analoghe scene al Vomero e all'Arenella, da via Case Puntellate a via Pietro Castellino, ma anche nello stesso rione Sanità dove via Vergini era diventata un vero e proprio fiume. Sono pesanti le conseguenze del maltempo non solo a Napoli ma anche e in altre aree della Campania: a Giugliano, nella zona di Lago Patria, un albergo è stato evacuato. Si tratta dell'Hotel L'Anicre', situato sulle sponde del Lago; 6 persone sono state state allontanate dalla struttura.  Nella zona la protezione civile ha inviato alcune idrovore.

Difficoltà di deflusso delle acque vengono segnalate nella zona della foce dei Regi Lagni a Castel Volturno (Caserta) e pesanti disagi si registrano, oltre che in diverse aree di Napoli, anche nei comuni a nord del capoluogo campano come Marano e Quarto e in altri centri dell'area flegrea. La Protezione civile sta intervenendo in diverse aree della regione.   Nel Vesuviano crollo di una recinzione di un immobile privato in via Diaz a Portici  che ha danneggiato un'auto in sosta. Ad Ercolano la scorsa notte per il forte vento è crollato l'albero di Natale con luminarie posizionato nella rotonda di via Benedetto Cozzolino, nei pressi di un negozio, senza provocare feriti.  La Coldiretti segnala le conseguenze del nubifragio che da ieri sta investendo larga parte del territorio Casertano, in particolare la Pianura campana e l'area Alifana. Campi allegati e stalle distrutte con la conta dei danni che rischia di aggravarsi nelle prossime ore.