Dramma, nella serata di ieri, all'ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia, nella provincia di Salerno: Mimma Dente, la donna di 38 anni finita in coma lo scorso 6 maggio, è purtroppo deceduta dopo 36 giorni di agonia. La 38enne era ricoverata all'ospedale del Salernitano per dare alla luce i suoi due gemellini, in maschio e una femminuccia: per ragioni che non sono ancora note, la donna fu costretta a partorire d'urgenza, salvo poi, dopo il parto, finire in coma per complicazioni che non sono ancora state chiarite. Le condizioni della donna furono giudicate subito disperate, fino al decesso avvenuto ieri, come detto dopo 36 ore di agonia.

Nel tentativo di salvare la vita della 38enne, era stato disposto anche un trasferimento all'ospedale San Luca di Vallo della Lucania per essere sottoposta ad un intervento chirurgico, dove però il personale medico aveva subito constatato l'impossibilità di intervenire chirurgicamente, disponendone nuovamente il ritorno all'ospedale di Battipaglia. Mimma lascia il marito e i due figli dati alla luce poco più di un mese fa, che per fortuna stanno bene.