Un incendio sta divampando in questi minuti a Soccavo, nell'area ovest di Napoli. Le fiamme si sono originate intorno alle 11 di oggi, giovedì 14 maggio, in un capannone del Rione Traiano, nei pressi dei binari della cumana; si tratterebbe di un deposito che contiene frutta e verdura, ma che conterrebbe anche parecchio materiale plastico come cassette e imballaggi. La nube di fumo che si è sprigionata si è alzata per parecchie decine di metri, ha già invaso gli edifici residenziali delle vicinanze e si sta estendendo su tutto il quartiere.

Al momento il rogo è ancora nel pieno, sono evidenti le fiamme che si alzano per diversi metri e lambiscono le abitazioni circostanti. Sul posto stanno intervenendo i Vigili del Fuoco, col supporto della Polizia Municipale e dei Carabinieri. Una volta spente le fiamme sarà la volta degli accertamenti, per stabilire le cause; non ci sarebbero feriti. Il pericolo è che le fiamme, alimentate e spinte dal forte vento che da stamattina sta soffiando su Napoli, possano raggiungere anche gli altri edifici.

Pochi giorni fa, il 10 maggio, un altro grosso incendio c'era stato nella zona orientale di Napoli, a Gianturco; erano state appiccate le fiamme a un cumulo di rifiuti in via Taverna delle Brecce; nella stessa giornata, scene identiche a Fuorigrotta, nella galleria Laziale, dove erano stati incendiati spazzatura e sterpaglie.

È invece del 5 maggio l'esplosione nella fabbrica Adler Group di Ottaviano, in provincia di Napoli, seguita da un vasto incendio; nello scoppio era deceduto un operaio di 55 anni e altri due erano rimasti feriti.