Natalia Boccia, la vittima dell’incidente
in foto: Natalia Boccia, la vittima dell’incidente

Una tragedia quella accaduta nella notte a San Gennaro Vesuviano, cittadina alle pendici del vulcano, nella provincia di Napoli: una comitiva di amici – sei persone in totale – è stata investita da un'automobile mentre stava percorrendo via Ottaviano. Nell'impatto, purtroppo, è deceduta una ragazza di 27 anni, Natalia Boccia: i sanitari l'hanno trasportata all'ospedale di Nola, ma la giovane è purtroppo deceduta durante il tragitto in ambulanza. Gli altri componenti della comitiva sono rimasti feriti: molto gravi le condizioni di una donna al settimo mese di gravidanza, Pasqualina Boccia, sorella della vittima.

Salvato il bimbo della donna incinta: partorito al settimo mese

La donna, 34 anni, trasportata all'ospedale di Sarno, ha dato alla luce una neonata ed è ora ricoverata in Terapia Intensiva. Anche un altro ragazzo investito, un 32enne, Giacomo Muoio, è ricoverato in gravi condizioni di salute all'ospedale di Castellammare di Stabia. Gli altri tre ragazzi investiti non sono in pericolo di vita, ma si trovano comunque in prognosi riservata all'ospedale di Nola.

Arrestato il ragazzo di 18 anni che guidava l'auto

Sul luogo dell'incidente, per i rilievi del caso, sono arrivati i carabinieri. I militari della stazione di San Gennaro Vesuviano, unitamente a quelli del Nucleo Radiomobile della compagnia di Nola, hanno arrestato un ragazzo di 18 anni, incensurato: per lui l'accusa è di omicidio stradale. Il giovane si trovava alla guida della sua autovettura, in compagnia di un amico, quando per cause ancora in corso di accertamento ha investito le sei persone. Il 18enne è stato sottoposto ai test alcolemici e tossicologici, risultati negativi. La vettura guidata dal ragazzo, infine, è stata sottoposta a sequestro per tutte le indagini del caso.