[Foto di repertorio]
in foto: [Foto di repertorio]

Un giovane napoletano ha commentato un post su Facebook in modo offensivo nei confronti dei carabinieri. E così si è ritrovato con una denuncia da parte dei militari dell'arma: è quanto accaduto ad un trentenne di Pianura, incensurato, che lavora come pasticciere. Lo hanno reso noto gli stessi carabinieri del comando provinciale di Napoli. La denuncia è scattata dopo che i carabinieri della stazione di Monterusciello, letto il commento su Facebook, lo hanno identificato. Per lui, l'accusa è quella di oltraggio a pubblico ufficiale, vilipendio delle forze armate e diffamazione. Il commento risale a qualche giorno fa, quando il trentenne aveva commentato sulla pagina Facebook di una testata giornalistica la notizia dell'arresto, per spaccio di droga, di un giovane da parte dei militari dell'arma di Monterusciello e del conseguente sequestro di droga.

Il giovane pasticciere aveva però commentato la vicenda in modo esplicitamente allusivo e denigratorio nei confronti delle forze dell'ordine, e che si preferisce non riportare per non dare ulteriore spazio alla risposta. Inevitabilmente, visto il contenuto della stessa, per il trentenne di Pianura è scattata così prima l'identificazione e quindi la denuncia per i reati di oltraggio a pubblico ufficiale, vilipendio delle forze armate e diffamazione. La stessa testata giornalistica dove era apparso il commento ha poi provveduto a cancellare il post diffamatorio del giovane pasticciere di Pianura, che si trovava sotto all'articolo pubblicato nei giorni scorsi.