Lutto in tutto l'Agro Nocerino Sarnese per la morte di Tobia Falcone, il ragazzo di 17 anni che lo scorso 8 novembre fu colpito da un treno in transito alla stazione di Angri, nella provincia di Salerno. Il ragazzo, ricoverato all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, è deceduto nella serata di ieri, dopo cinque giorni di agonia, a causa delle gravi ferite riportate nell'impatto con il convoglio in corsa. Tantissimi i messaggi di cordoglio che sono apparsi sui social network in ricordo di Tobia, tra cui anche quello del sindaco di Angri, Cosimo Ferraioli, che su Facebook ha postato una foto del 17enne e ha scritto: "Riposa in pace Tobia, giovane angelo". Il prossimo dicembre Tobia, che frequentava il penultimo anno di scuola superiore, avrebbe compiuto 18 anni. Negli ultimi giorni erano stati diffusi tanti appelli, soprattutto ai donatori di sangue, per aiutare il 17enne.

La mattina dell'8 novembre scorso, Tobia si trovava alla stazione di Angri, dove abitava, diretto a Cava de' Tirreni, a scuola. Il 17enne, però, non si sarebbe accorto dell'arrivo di un treno, che lo ha colpito alla testa durante il suo passaggio in stazione. Soccorso immediatamente dal 118, Tobia viene trasportato d'urgenza all'Umberto I, dove subisce un delicato intervento chirurgico per ridurre l'emorragia cerebrale e viene posto in coma farmacologico. Purtroppo, nella tarda serata di ieri, è arrivata la notizia che nessuno avrebbe voluto ricevere.