La stagione estiva è ormai alle porte: e dopo la quarantena di oltre due mesi, anche in Campania è forte il desiderio di andare al mare, sia in regione sia nelle altre località balneari del Sud. E aumentano così, dopo i mesi di quasi stop alle corse, i treni che stanno lentamente tornando a pieno regime. Anche Italo ha annunciato un cospicuo aumento di treni giornalieri, che dai 24 attuali passano a 48. Da Napoli e Salerno aumentano le corse per spostarsi tra le principali città italiane, ma non solo.

Quest'anno sarà possibile anche raggiungere il Cilento e la Calabria, oltre ad alcune località della Romagna. Nel complesso, diventano 19 le corse giornaliere lungo la tratta Torino-Napoli-Salerno (sette in più rispetto a questi giorni). Nuove corse da e per Napoli anche con Milano, Verona, Venezia, e Roma. La vera novità è che da oggi da Napoli e Salerno sarà possibile raggiungere il Cilento, con le fermate di Sapri, Vallo della Lucania ed Agropoli/Castellabate, continuando poi per Reggio Calabria, con le fermate intermedie di Paola, Lamezia Terme, Rosarno e Villa San Giovanni, mentre dal 2 luglio ci saranno anche le fermate di Scalea e Vibo Pizzo.

Una buona notizia, insomma, per chi vuole raggiungere le località balneari del Cilento e della Calabria da Napoli e Salerno e vorrà usare il treno al posto delle automobili. Senza dimenticare che diverse spiagge cilentane sono state confermate come Bandiera Blu per la loro bellezza, e che proprio in questi giorni si moltiplicano gli appelli per la valorizzazione delle spiagge nostrane che può contribuire a far ripartire l'economia locale, messa a dura prova dai quasi tre mesi di quarantena per l'emergenza coronavirus.