Parte martedì, 18 febbraio 2020, il restyling del Corso Vittorio Emanuele, che servirà a rifare il manto stradale e i marciapiedi, nel tratto tra piazzetta Cariati e piazza Mazzini, sostituendo i sampietrini con l'asfalto. Si inizia dal lato dell'Università Suor Orsola Benincasa, con un cantiere di 100 metri verso piazza Mazzini. Si procederà rifacendo una semicarreggiata alla volta. Sospese le strisce blu. Questa prima fase durerà 30 giorni, fino al 19 marzo. Dopo 4 anni di attesa dall'annuncio, il Comune ufficializza la data del cantiere, e lo fa bruciando i tempi. I lavori erano attesi per marzo-aprile, invece sono stati approvati in anticipo martedì scorso e annunciati oggi. Solo 4 giorni di preavviso per i residenti, che dovranno spostare le auto parcheggiate nella zona interessata dalla prima fase della cantierizzazione. E non mancano le polemiche: “Poco preavviso, dopo quattro anni, dove mettiamo le macchine?”, commentano commercianti e residenti.

L'avvio dei lavori al Corso coincide con la visita del leader della Lega Matteo Salvini a Napoli, che il 18 febbraio sarà al Teatro Augusteo. Mentre all'Università Suor Orsola Benincasa lunedì 17 febbraio ci sarà l'inaugurazione dell'anno accademico e tra il 18 e il 21 febbraio l'Open Week 2020, con le giornate di orientamento rivolte agli studenti delle superiori. Insomma, è prevedibile parecchio movimento al Corso.

Corso Vittorio Emanuele, ecco come sarà il cantiere

I lavori della I Fase, come detto, che interessa circa mezzo chilometro del corso, a step di 100 metri alla volta, partiranno da piazzetta Cariati, in direzione piazza Mazzini. Si inizierà con la semicarreggiata del lato destro. Il cantiere sarà lungo 100 metri e comprenderà sia la strada che il marciapiedi. Le auto procederanno col senso unico alternato, regolato da semafori o da operai con le bandierine. Sarà steso all'inizio un tappetino di binder per consentire il passaggio dei veicoli. Quindi, il Comune farà un nuovo dispositivo di traffico per la stesura dell'asfalto definitivo.

Il piano traffico: sospese strisce blu e spostate le fermate bus

Saranno sospese le strisce blu sul lato destro, direzione Mergellina, da via Suor Orsola al civico 274. Stop anche agli stalli riservati a particolari categorie, le quali potranno parcheggiare nelle immediate vicinanze. La fermata bus Anm 2530 sarà spostata di alcuni metri. Lo stazionamento taxi, con 10 stalli, di piazzetta Cariati-Funicolare Centrale sarà spostato al civico 580, al posto delle strisce a pagamento senza custodia. Contemporaneamente, è istituito il divieto di sosta permanente con rimozione carro gru su ambo i lati della strada di volta in volta impegnati dai lavori. Con senso unico alternato sulla carreggiata libera.

I comitati: “Bene i lavori, speriamo inizino davvero”

“Iniziano i lavori al Corso? Ci crederemo quando li vedremo – commenta caustica Susanna Califano, del comitato Mi riguarda, dei residenti del Corso Vittorio Emanuele – Il preavviso di pochi giorni ci ha sorpresi. Ma li stiamo aspettando da tanto tempo, prima si fanno questi lavori, meglio è. Certo ci saranno disagi, come per tutte le grandi opere, ma un po' di sacrificio lo dobbiamo fare tutti. Ci auguriamo che sia potenziata la presenza della Polizia Locale. L'auspicio è che commercianti e residenti collaborino. Speriamo che il Comune preveda degli spazi alternativi per la sosta, altrimenti sarà un delirio. Perché non si usano le cave di Girolamo Santacroce o il parco dei Quartieri Spagnoli solo nelle more della fine dei lavori?”.

La Municipalità: “Valuteremo senso unico a Salvator Rosa"

“Siamo molto soddisfatti. Finalmente si parte – commenta il presidente della II Municipalità Francesco Chirico – Ringraziamo l'assessore alla Viabilità Alessandra Clemente che ha convocato tutti i servizi. Ha vinto il lavoro di squadra. I residenti si lamentano per i parcheggi sospesi? Serve uno scatto di responsabilità da parte di tutti. Non si possono chiedere i lavori e poi non accettare i sacrifici. La verità è che servirebbe più senso civico da parte di tutti. Il parco dei Quartieri Spagnoli non è un luogo adatto per ospitare le auto. E poi con quale criterio si regolerebbero gli accessi? Riproporremo al Comune l'ipotesi dell'istituzione del senso unico a scendere su via Salvator Rosa da piazza Mazzini all'incrocio con via Imbriani. Speriamo che il Comune abbia il coraggio”.

“Vigileremo affinché i lavori al Corso Vittorio Emanuele siano fatti a regola d'arte – commenta Nino Simeone, presidente della Commissione Infrastrutture – Ci auguriamo che la polizia locale rafforzi la propria presenza sul territorio, per garantire il buon funzionamento del dispositivo di traffico. Seguiremo pedissequamente i lavori. Se ci saranno proposte migliorative di correttivi in corso d'opera le valuteremo”.