Per l'anticipo serale di campionato oggi scendono in campo allo stadio Olimpico Lazio e Napoli. Tra i bambini che hanno accompagnato i giocatori in campo a inizio partita anche Noemi Staiano, la bambina vittima di un agguato di camorra, maglietta del Napoli e una corona da principessa in testa. La piccola ha camminato mano nella mano con Ciro Immobile, l'attaccante della Lazio originario di Torre Annunziata. Poi Noemi ha ricevuto una maglietta autografata da Lorenzo Insigne prima di lasciare il campo.

Il ferimento di Noemi Staiano in un agguato a Napoli

Il 3 maggio del 2019, a 4 anni, Noemi Staiano è stata ferita da un proiettile esploso da un killer della camorra. Nel tentativo di raggiungere il suo obiettivo in fuga il pregiudicato ha sparato all'impazzata a pochi metri da piazza Nazionale, noncurante che sulla linea di tiro si trovassero la bambina e sua nonna e scavalcandola ben due volte noncurante che si trovasse esanime in terra. Una pallottola ha colpito in pieno la bambina perforandole i polmoni.

Il ministro Spadafora: "Immagine più bella della partita"

L'iniziativa è stata commentata con un post su Facebook anche dal ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili Vincenzio Spadafora: "L’immagine più bella della partita Lazio-Napoli è di sicuro quella della piccola Noemi Staiano. Il 3 maggio scorso fu ferita da un proiettile vagante in un agguato di camorra. Ora invece entra in campo sorridente con Immobile e riceve la maglia da Insigne. I miei complimenti alle squadre per questa iniziativa. Sono queste le scene che vogliamo vedere nel calcio e nello Sport in generale".