Boom di richieste di risarcimento per un ammontare di 1,7 milioni, incidenti sospetti a bordo dei bus e della Linea 1 della metropolitana e incarichi legali finiscono nel mirino della Corte dei Conti della Campania. Su delega della magistratura contabile, la Guardia di Finanza I Gruppo Napoli ha condotto due ispezioni nella serata di ieri e questa mattina nella sede dell’Anm di via Marino, acquisendo, a quanto si apprende, alcuni documenti relativi agli incidenti a bordo dei mezzi aziendali.

Indagine sui sinistri, la pista dei falsi incidenti

Un terreno più volte setacciato dagli investigatori. In passato, infatti, il numero esponenziale degli incidenti che in alcuni casi avevano coinvolto sempre le stesse vetture e gli stessi autisti aveva fatto accendere i riflettori sulla vicenda. Grazie ad una stretta sui controlli, però, soprattutto sui bus, il numero degli incidenti negli ultimi anni è diminuito. Mentre sono aumentati invece quelli sulla metropolitana Linea 1.

Incidenti sui bus in calo, cresciuti quelli in metropolitana

In 5 anni si è scesi da una media di 4mila a soli 700 sinistri sui bus all'anno nel 2018, mentre nel 2016-17 erano 859 (-18%). Ridotta enormemente soprattutto la percentuale dei sinistri “presunti”, cioè denunciati da terzi: nel 2013, per ogni sinistro denunciato dai conducenti se ne registravano 2,5 denunciati da terzi ai quali, nella quasi totalità dei casi, era associato un successivo disconoscimento da parte del conducente individuato. Giù anche le lesioni per incidenti che coinvolgono bus: si è passati dalle 606 del 2008 alle 82 del 2018 (luglio) (- 87%).

In crescita invece negli ultimi anni il numero di incidenti nelle stazioni della metropolitana Linea 1. La tipologia più frequente quella delle cadute in stazione o su scala mobile. Per quanto riguarda l’RcAutobus, dal 2013 al 2017, i costi per assicurare i 564 veicoli Anm sono scesi da 12 a 4 milioni. Il costo medio per assicurare un bus è passato da 25.169 euro l'uno all'anno a 9.463,64 euro di febbraio 2018. Nel caso degli indennizzi, invece, sono aumentati gli incassi da indennizzo per danni procurati a mezzi e patrimonio Anm, si è saliti dai 454mila euro del 2016 a 916mila euro del 2017.