Foto / Fanpage.it
in foto: Foto / Fanpage.it

Lunghe file all'apertura della nuova libreria Mondadori Bookstore al Vomero. Tante le persone che nel primo giorno hanno voluto visitare l'attività, che ha aperto al numero 73 di via Luca Giordano, all'angolo con via Antonio Pitloo ed a due passi dalla stazione "Quattro giornate" della Linea 1 della metropolitana di Napoli. Ingresso che ovviamente ha rispettato anche le normative anti-Covid attualmente in vigore, per garantire la massima sicurezza ai clienti.

Code che si sono protratte per tutta la giornata di lunedì 29 giugno, giornata dell'inaugurazione. Tanta curiosità tra i presenti, molti dei quali provenienti anche da altri quartieri cittadini e desiderosi di essere tra i primi a visitare il nuovo store. C'era grande attesa infatti nei giorni scorsi per questa apertura: la libreria vomerese ospita al momento sessantamila volumi disposti su tre piani, ha anche un'area per bambini ed uno spazio ad hoc per le conferenze. Un intero settore infine è stato dedicato interamente alla città di Napoli e alla sua cultura. C'è anche il servizio "Bed and Book", inaugurato nel maggio 2019 e che richiama le librerie-dormitorio giapponesi. Insomma, più che una "semplice" libreria, ma un "bookstore" nell'accezione anglofona del termine. "Il cuore pulsante dello store è il libro", aveva spiegato alla vigilia dell'apertura Antonio Serpe, CEO di Mooks, "una scelta che si riflette anche nello stile architettonico: industriale, essenziale, imperfetto, a simboleggiare un cantiere in costante evoluzione, la realtà in perenne mutamento dove i volumi saranno gli unici ed immortali protagonisti, testimoni di questo processo".