Francesco Chianese, durante l’intervista realizzata da Fanpage.it [Foto / Fanpage.it]
in foto: Francesco Chianese, durante l’intervista realizzata da Fanpage.it [Foto / Fanpage.it]

NAPOLI – "Salvini non mi ha dato niente, io ho chiesto solo di avere il reddito di cittadinanza". Queste le parole di Francesco Chianese, l'uomo diventato "famoso" nelle ultime ventiquattrore per aver baciato la mano di Matteo Salvini durante la sua visita ad Afragola avvenuta ieri, venerdì 18 gennaio. Le telecamere di Fanpage.it lo hanno intervistato all'esterno della sua abitazione nella mattinata di oggi, e l'uomo ha raccontato la sua verità.

Nessun "pagamento" ottenuto, come si era ipotizzato su internet, dove in molti sostenevano che chi era presente ad accogliere il ministro degli interni avesse ricevuto, non si sa a che titolo, dei soldi (quantificati in venti euro, come già sostenuto in passato ma mai confermato da nessun indizio). Francesco Chianese, che di mestiere fa l'ambulante nel quartiere Salicelle di Afragola, il rione popolare sorto dopo il terremoto del 1980, e che è una delle zone più degradate dell'area Nord insieme al Parco Verde di Caivano, quel gesto lo ha compiuto istintivamente, senza altre motivazioni.

"Il baciamano è stato così, un gesto d'amore, perché non ho mai visto una persona così e che per me è brava", ha spiegato Francesco Chianese ai microfoni di Fanpage.it, "perché qua siamo tutti disoccupati, non si può vivere così. Io faccio l'ambulante, vendo solo calzini. E lui non mi ha dato niente, io ho chiesto solo di avere il reddito di cittadinanza. Io ho votato anche Pina Castiello, il padre abita qua vicino e mi dicevano "non ti preoccupare, ti fanno avere il reddito di cittadinanza". Ho votato anche Di Maio, e penso che Salvini sia un bravo governatore, e che Dio lo benedica", ha concluso poi Francesco Chianese.