La tabaccaia di Marcianise che ha messo in fuga i rapinatori.
in foto: La tabaccaia di Marcianise che ha messo in fuga i rapinatori. [Foto di Antonello Velardi / Facebook]

Angela Piccolo, la tabaccaia di Marcenise che mise in fuga e fece arrestare il rapinatore che la minacciò nel suo negozio, è morta. Da tutti conosciuta come nonna Angelina, è scomparsa questa sera all'età di 90 anni, circondata dall'amore dei suoi figli Nino e Rosanna. Colpita da un infarto nei giorni scorsi, non stava bene e le sue condizioni di salute si erano progressivamente aggravate. Una nonna speciale diventata famosa in tutta Italia per il suo straordinario gesto di coraggio, quando all'inizio dell'anno fece scappare il rapinatore armato di coltello che fece irruzione all'interno della sua tabaccheria e testimoniò per identificarlo e farlo arrestare. In quell'occasione il sindaco di Marcianise la premiò portandole un mazzo di fiori e definendola "cittadina esemplare e coraggiosa".

Nonna Angelina nominata Cavaliere

Vedova di un maresciallo dei vigili urbani, nonostante l'età Angela gestiva da più di cinquant'anni la tabaccheria di famiglia, una delle più antiche dell'intera regione Campania e ha continuato a farlo fino alla scorsa estate. Intervistata dai giornalisti, con la dolcezza e il coraggio che la contraddistinguevano, dichiarò di non aver fatto nulla di particolare, ma di essersi semplicemente ribellata a una violenza. Un gesto che non passò inosservato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che lo scorso maggio la nominò Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Il cordoglio di Marcianise

"Con lei se ne va un pezzo della mia città, un simbolo della forza e dell'orgoglio di una comunità. È una serata triste per me e per Marcianise – ha espresso il proprio cordoglio il sindaco Antonello Velardi – Addio a nonna Angelina, le sia lieve la terra. Ai familiari un saluto affettuoso e le condoglianze mie e della città. La sua è stata una lezione per tutti, ma soprattutto per le nuove generazioni".