[Foto di repertorio]
in foto: [Foto di repertorio]

Quattro colpi di pistola sono stati esplosi nella zona delle Case Nuove, nel quartiere Mercato, nel centro di Napoli. La segnalazione alle forze dell'ordine è arrivata nella notte: qualcuno ha sentito il rumore degli spari e ha chiamato il 113. Sul posto, gli agenti hanno rinvenuto i quattro bossoli a terra in via Carlo Celano; una delle pallottole si è conficcata nel montante di un'automobile, tra il parabrezza e il finestrino.

I proiettili sono 9×21, sono stati repertati dalla Polizia Scientifica che si è occupata dei rilievi. Non risultano feriti né danni di altro tipo. L'automobile colpita, stando alle prime indagini, sarebbe stata parcheggiata e sarebbe stata centrata soltanto dall'ogiva ritrovata nel montante; non sarebbe quindi obiettivo del raid. In zona non abiterebbero pregiudicati di rilievo, accertamenti sono in corso per capire se si sia trattato di una stesa o di un messaggio intimidatorio rivolto a qualcuno nelle vicinanze. Nessun riscontro nemmeno negli ospedali della zona, dove con una prima verifica è stato appurato che nella notte non sono arrivati feriti.

Il raid è avvenuto a un paio di centinaia di metri da via Cosenz, dove il 13 novembre, intorno alle 2 del mattino, furono esplose decine di colpi di arma da fuoco: i carabinieri trovarono ben 28 bossoli calibro 9×21, che sarebbero stati sparati da due persone su uno scooter. La zona è storicamente sotto l'influenza del gruppo Caldarelli; le indagini si erano concentrate sui Mazzarella, che dopo un periodo di contrasti avrebbero ripreso il controllo del quartiere Mercato, e sui rivali dei Rinaldi-Sibillo, anche loro insediati alle Case Nuove.