Domani, domenica 24 febbraio, a Massa Lubrense, nella penisola sorrentina, lì dove è nata e ha vissuto a lungo la madre, Valentina, avrà luogo una messa in memoria del piccolo Giuseppe Dorice. Si tratta del bimbo ucciso di botte a Cardito dal 24enne Toni Essobdi Badre, compagno della madre, che nell'attimo di cieca e assurda follia ha anche ridotto in gravi condizioni la sorellina Noemi, ora in via di guarigione dopo una settimana in ospedale. La cerimonia religiosa avrà luogo a partire dalle 11 a Massa Lubrense, preceduta da un corteo che partirà dalla scuola Don Milani e si dirigerà verso la cattedrale Santa Maria delle Grazie. L’iniziativa è stata promossa ovviamente dalla parrocchia, di concerto col Comune di Massa Lubrense e con l'Istituto Comprensivo Luigi Bozzaotra.

Profondo sconcerto e dispiacere causò nella comunità cittadina la vicenda del piccolo Giuseppe. Dopo la tragedia la madre del bimbo si è richiusa in casa proprio a Massa, cercando di evitare ogni esposizione anche e soprattutto coi giornalisti. Il tribunale dei Minori ha revocato a lei e all'ex marito la patria potestà e attualmente è in corso uno scontro legale fra i nonni che chiedono l'affidamento dei bimbi e i genitori che invece li rivorrebbero ognuno a casa loro. Al momento i piccoli sono all'interno di una struttura protetta, una casa-famiglia.