Michele Savastano e Pina Di Nola (da Facebook)
in foto: Michele Savastano e Pina Di Nola (da Facebook)

Michele Savastano sta meglio, presto inizierà il percorso per il risveglio cerebrale. Lo comunica sui social la futura moglie, Pina Di Nola, anche lei rimasta coinvolta nel tremendo incidente che ha quasi ucciso il ragazzo. Era la notte tra l'11 e il 12 agosto, quasi un mese fa. Pina e Michele erano stati travolti da una motocicletta di grossa cilindrata mentre attraversavano la strada sulle strisce pedonali a Vico Equense, in provincia di Napoli. Nell'impatto lei si era rotta un femore, lui era stato ferito in modo gravissimo alla testa; sottoposto a due interventi chirurgici al Cardarelli di Napoli, è rimasto in coma fino al 4 settembre scorso, quando ha dato i primi segnali di risveglio. Aveva cominciato a respirare da solo, ma era ancora in coma, come ha spiegato sul proprio profilo Facebook la ragazza; i due giovani avrebbero dovuto sposarsi il 26 agosto.

Ieri pomeriggio, 8 settembre, Pina ha aggiornato sulla situazione, condividendo un post con una storia instagram della sorella del futuro marito: "Ci siete stati vicini ed è giusto che sappiate – si legge nello screen – Michele non è più in coma. Si è risvegliato! anche se alterna momenti in cui è più vigile ed altri in cui lo è meno. Muove gli arti e respira da solo. Domani (oggi, 9 settembre, per chi legge, ndr) sarà trasferito in un centro a Crotone dove inizierà la terapia per il risveglio cerebrale. Continuiamo a pregare affinché torni quello di prima. Grazie a tutti per il supporto".

Quando la storia si era diffusa, aveva avuto un grosso risalto sui social e in tantissimi avevano contattato la ragazza per portarle solidarietà e sostegno. Di pochi giorni fa, un altro post, uno dei tanti che la ragazza ha dedicato a Michele sul proprio profilo su Facebook: "Ci riprenderemo la felicità di prima, te lo prometto! Ti amo, vita".