Condannato per violenza sessuale a 1 anno e 2 mesi di reclusione: questa la sentenza della Corte d'Appello del Tribunale di Avellino nei confronti di un ex assessore del Comune di Atripalda, nella provincia irpina. In primo grado l'uomo, difeso dagli avvocati Luigi Petrillo e Alfonso Maria Stile, era stato condannato a 1 anno e 10 mesi di reclusione: per l'ex assessore, dunque, pena ridotta in Appello di 8 mesi. L'ex assessore del comune irpino si è sempre proclamato innocente, bollando le accuse come un tentativo di screditarlo.

Le molestie sessuali per le quali l'uomo è stato condannato anche in Appello risalgono al 2016 e sarebbero avvenute ai danni di una sua allieva, all'epoca dei fatti 19enne, nel corso di una lezione privata. La ragazza si era recata nell'abitazione dell'ex assessore per essere aiutata con alcuni esercizi di matematica: durante la lezione, l'ex assessore avrebbe fatto avances sessuali alla 19enne, che sarebbe stata palpeggiata nelle parti intime dall'uomo.

Nel febbraio del 2019, un maestro di musica era stato condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione per molestie sessuali ai danni di 5 allievi minorenni di una scuola media di Eboli, nella provincia di Salerno. Stando alle motivazioni dell'accusa che hanno portato poi alla condanna, il maestro, durante le lezioni di musica che si svolgevano, come detto, in una scuola media di Eboli, avrebbe palpeggiato i giovani allievi nelle parti intime.