Il sindacalista Aboubakar Soumahoro, noto per le sue battaglie a favore dei braccianti agricoli, ha consegnato ieri, 2 luglio, cibo, igienizzanti e dispositivi di protezione alla Protezione Civile di Mondragone (Caserta) e alla Croce Rossa per farli distribuire agli abitanti dei palazzi ex Cirio, attualmente zona rossa Covid-19. Nei palazzoni, dove si è sviluppato un focolaio di coronavirus, abitano per la maggior parte proprio braccianti, molti dei quali arrivati a Mondragone per il periodo estivo.

La consegna è avvenuta insieme al personale della cooperativa sociale "Al di là dei Sogni" ed è stata documentata da Soumahoro con un video, pubblicato sul suo profilo Facebook, con cui il sindacalista ha voluto lanciare anche un messaggio di solidarietà e di vicinanza alle persone che hanno contratto il virus, qualunque sia la loro provenienza. Nell'area rossa è stata riscontrata la positività di 43 inquilini, altri 23 contagiati sono emersi ricostruendo i contatti delle persone risultate positive e con i tamponi di ieri è stato accertato il contagio per un'altra persona, facendo salire a 67 il numero complessivo dei contagiati nel comune.

"Consegneremo generi alimentari e dispositivi di protezione alle famiglie italiane e alle famiglie bulgare che stanno vivendo un momento particolare – dice Aboubakar Soumahoro nel video – in un momento come questo dobbiamo sempre affermare una dimensione della solidarietà relazionale attiva per consentire a tutti di vivere dignitosamente ma allo stesso momento riuscire a costruire insieme una via che sia quella dell'affermazione della dignità umana. In questo periodo di pandemia la solidarietà è l'antidoto al virus, perché siamo tutti dalla stessa parte".