Nadia Toffa non ce l'ha fatta. La giornalista e conduttrice de Le Iene ha perso a 40 anni la sua lunga battaglia contro il cancro, che le era stato diagnosticato circa due anni fa. Don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano, nella provincia di Napoli e simbolo della Terra dei Fuochi, la zona tra le province di Napoli e Caserta avvelenata dai rifiuti tossici interrati, celebrerà i funerali della giornalista, che si svolgeranno il 16 agosto a Brescia, la città della quale Nadia Toffa era originaria. Intervistato da Fanpage.it, padre Maurizio Patriciello ha tratteggiato il suo personale ricordo della giornalista: "Ci siamo conosciuti quando lei venne qui a realizzare il primo servizio sulla Terra dei Fuochi. Nadia riusciva a entrare in contatto in modo particolare con le persone, e da allora tra noi è nata una bella amicizia". Il parroco ha dichiarato che anche alcune delle madri dei piccoli morti prematuramente di cancro nella Terra dei Fuochi, che Nadia Toffa ha conosciuto durante i suoi servizi per Le Iene, saranno presenti alle esequie: "La Terra dei Fuochi ha un grosso debito con Nadia Toffa. In questo modo, almeno in parte, cerchiamo di ripagarlo".

Don Patriciello racconta di essere stato contattato dalla redazione de Le Iene circa un mese fa, che lo hanno informato che la malattia di Nadia era peggiorata. "Ieri sono stato ricontattato e mi hanno detto che ormai Nadia era agli sgoccioli – racconta il parroco -. Avevo già capito che qualcosa non andasse, da qualche tempo non era più tanto presente sui social". E ancora: "La vicenda di Nadia Toffa ci insegna che il cancro è una brutta bestia, che non bastano il coraggio e il sorriso per sconfiggerlo. Nadia però lo ha sempre affrontato a testa alta, senza mai nascondersi, senza vergognarsi. Anche in trasmissione indossava la parrucca con fierezza".