Operazione dei carabinieri forestali di Casamicciola, a Ischia, a salvaguardia della salute dei consumatori. Sull'isola nel golfo di Napoli, i militari dell'Arma hanno sequestrato 297 chili di latticini trovati in pessimo stato di conservazione. I carabinieri, durante operazioni di controllo del territorio, hanno notato, in un parcheggio dismesso, due furgoni entrambi con i portelloni posteriori spalancati. I militari, incuriositi, si sono avvicinati, scoprendo due uomini intenti a scaricare ingenti quantità di mozzarella, provole e ricotte da un veicolo e a caricarli sull'altro. Gli uomini dell'Arma hanno così accertato che nessuno dei due furgoni era dotato di cella frigorifera e che le condizioni dei prodotti caseari, a causa del caldo, erano pessime: inoltre, nessuno dei latticini presentava le indicazioni di provenienza prescritte dalla legge.

I due uomini, un commerciante di 52 anni di Forio d'Ischia e uno di 54 anni di Castel Voltruno, nella provincia di Caserta, sono così stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per frode alimentare. L'ingente quantitativo di latticini sarà sottoposto ad accertamenti per stabilire la qualità del latte utilizzato per la loro produzione e per accertare se siano stati sottoposti ad operazioni di risanamento o annacquamento, non consentite dalla legge. Dopo le analisi, i latticini verranno distrutti.

Un sequestro analogo, anche se di proporzioni meno vaste, quello operato dai carabinieri ancora sull'isola di Ischia. I militari, durante un controllo, hanno fermato un furgone, scoprendo che al suo interno trasportava 25 chili di prodotti caseari, tenuti al caldo e senza la opportuna refrigerazione. Due persone denunciate anche in questo caso.