10.933 CONDIVISIONI
L'omicidio di Ugo Russo a Napoli
1 Marzo 2020
21:34

Napoli, 15enne ucciso durante una rapina, Salvini: “Indagato carabiniere, siamo alla follia”

“Con tutto il rispetto per la morte del ragazzo e il dolore di parenti e amici, siamo alla follia”. Con queste parole il leader della Lega, Matteo Salvini, ha commentato l’apertura di un fascicolo a carico del carabiniere che la scorsa notte a Napoli ha fatto fuoco e ucciso il 15enne Ugo Russo durante un tentativo di rapina. L’ipotesi di reato è eccesso colposo di legittima difesa. “Il carabiniere che si è difeso risulta indagato (“atto dovuto”, dicono), mentre è stato poco fa fermato il complice, anche lui minorenne”, ha scritto su Twitter il numero uno del Carroccio.
A cura di Simone Gorla
10.933 CONDIVISIONI
Ugo Russo, il 15enne ucciso da un carabiniere durante una tentata rapina
Ugo Russo, il 15enne ucciso da un carabiniere durante una tentata rapina
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'omicidio di Ugo Russo a Napoli

"Il carabiniere che si è difeso risulta indagato (“atto dovuto”, dicono), mentre è stato poco fa fermato il complice, anche lui minorenne…! Con tutto il rispetto per la morte del ragazzo e il dolore di parenti e amici, siamo alla follia". Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta i tragici avvenimenti di Napoli, dove il 15enne Ugo Russo ha perso la vita mentre, con un complice, tentava di rapinare un carabiniere in borghese. Il militare, minacciato con un'arma poi risultata falsa, ha reagito sparando e ha colpito a morte il 15enne.

Il carabiniere, di 23 anni, è stato iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di eccesso colposo di legittima difesa. In serata il 17enne che si trovava con Ugo Russo è stato fermato, dopo l'interrogatorio in caserma, perché ritenuto responsabile della tentata rapina. Dopo la notizia della morte dell'adolescente alcuni suoi amici e parenti hanno devastato i locali del pronto soccorso dove il 15enne era stato portato in fin di vita. "È inaccettabile che si sfascino i pronto soccorso e si spari per protesta davanti alla caserma – ha scritto Salvini su Twitter -. Non è degno di un Paese civile, lo Stato faccia lo Stato. Giù le mani dai carabinieri".

Le indagini sul caso, coordinate dal pubblico ministero Simone De Roxas, proseguono intanto con l'acquisizione di immagini delle telecamere di videosorveglianza e di testimonianze. La famiglia di Ugo Russo, rappresentata dall'avvocato Antonio Mormile, ha spiegato che il ragazzo sarebbe stato colpito da due proiettili – uno al torace e uno alla nuca – e parla di "omicidio". In un'intervista a Fanpage.it il padre del 15enne ha accusato duramente il carabiniere, dicendo che "gli ha sparato alle spalle mentre scappava, è un criminale".

10.933 CONDIVISIONI
70 contenuti su questa storia
Il vessillo dedicato a Ugo Russo sfila ancora ai Quartieri Spagnoli alla processione della Madonna dell'Arco
Il vessillo dedicato a Ugo Russo sfila ancora ai Quartieri Spagnoli alla processione della Madonna dell'Arco
Il vessillo per Ugo Russo sfila dopo le polemiche:
Il vessillo per Ugo Russo sfila dopo le polemiche: "Non è una sfida, ma un modo per ricordarlo"
"Ugo Russo era devoto alla Madonna dell'Arco, ecco il perché dello stendardo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni