In strada ci sono troppi rifiuti in attesa di essere prelevati, e così l'Asia ha deciso di sospendere il servizio di ritiro su appuntamento fino a data da destinarsi: verrà attivato nuovamente soltanto quando verranno prelevati i mobili e gli elettrodomestici regolarmente lasciati in strada e non ancora rimossi. La comunicazione arriva oggi dall'azienda che gestisce la raccolta rifiuti a Napoli e riguarda praticamente tutta la città, ad eccezione del Vomero e dell'Arenella, dove i residenti potranno ancora prenotare telefonicamente il ritiro.

Per gli altri cittadini, pazienza: dovranno caricare gli oggetti in auto e portarli da soli alle isole ecologiche. Con una raccomandazione, però: conviene andare a controllare prima che i centri siano in grado di accogliere i rifiuti, che ci sia ancora spazio disponibile, per non dover fare un viaggio inutile. Ancora peggio per chi abita a Pianura: contestualmente l'Asia ha comunicato che viene chiusa per adeguamenti l'isola ecologia Nelson Mandela, inaugurata appena un paio di anni fa, fino a data da destinarsi; chi abita nel quartiere occidentale potrà comunque servirsi degli altri centri del Comune di Napoli.

Il ritiro degli ingombranti su appuntamento è sospeso nei seguenti quartieri: Bagnoli, Fuorigrotta, Posillipo, Soccavo, Pianura, Chiaia, San Ferdinando, Avvocata, Montecalvario, San Giuseppe, Porto, Mercato, Pendino, san Giovanni a Teduccio, Barra, Ponticelli, Stella, San Carlo all'Arena, San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale, Zona Industriale.

La comunicazione di Asia arriva come un fulmine a ciel sereno: con le strade già invase dai rifiuti, con cumuli che avrebbero dovuto essere eliminati da giorni ma che sono ancora lì, e con l'aumento di consumi prevedibile per il periodo natalizio, lo stop alla raccolta potrebbe dare l'ennesima spallata a un sistema di raccolta già traballante e messo sempre più a dura prova.

Aggiornamento: il servizio è stato ripristinato il 9 dicembre 2019.