Avrà forse pensato che magari nel caos generale di questi giorni chi ci avrebbe mai fatto caso? E invece un biglietto vincente da 79mila euro  della Lotteria non passa mica così, all'incasso: viene verificato e controverificato. Non solo: se qualcun altro l'ha già reclamato, è indicato bene nella banca-dati. Quindi è andata male, malissimo, al truffatore napoletano che spavaldo ha tentato il colpaccio. Questi i fatti: un uomo di 39 anni, residente nei Quartieri Spagnoli,è  stato denunciato per tentata truffa e ricettazione. Ha provato ad incassare – spiegano i carabinieri –  in una banca di via Toledo un biglietto della lotteria poi risultato contraffatto. Il ticket era collegato alla vincita di una somma di circa 79mila euro e l'originale era già stato presentato per l'incasso nel dicembre scorso in un'altra filiale napoletana.

Durante il weekend di controlli, a parte quest'episodio tante altre piccole e grandi illegalità individuate e perseguite dai militari del Comando Provinciale di Napoli. Controllate in città e provincia 412 persone e 236 veicoli; oltre 60 le violazioni al codice della strada contestate, per sanzioni superiori ai 50mila euro. Denunciato un parcheggiatore abusivo, sorpreso in via Cesare Battisti a chiedere una somma variabile tra i 2 e i 5 euro agli automobilisti in cerca di parcheggio. Sanzionato il titolare di un baretto di Vico Lungo Teatro Nuovo, per vendita di alcolici a minorenni. Controlli per una "movida" sicura anche a Frattamaggiore, nelle strade piu' frequentate dai giovani. Due le persone denunciate per smaltimento illecito di rifiuti. Dipendenti di una ditta edile, i due operai – un 34enne e un 20enne di Agerola – sono stati sorpresi a trasportare senza autorizzazione 5 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi.