Tanti volti noti nell'assemblea convocata a Napoli dall'area del Pd che fa riferimento al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, candidato al congresso che sceglierà il nuovo segretario Dem. Fra loro gli ex assessori comunali Nicola Oddati e Raffaele Porta (giunta di Rosa Russo Iervolino), Amedeo Lepore e Teresa Armato (entrambi con incarichi nella Regione guidata da Vincenzo De Luca),  Marco Sarracino, Giovani Democratici legato all'area di Andrea Orlando ma di recente avvicinatosi anche alle posizioni del sindaco Luigi De Magistris.

Nelle immagini è chiaramente visibile un altro volto, quello di Antonio Borriello, ex consigliere comunale del Pd, ex fedelissimo di Antonio Bassolino negli anni Novanta nella zona Orientale (san Giovanni a Teduccio) e poi staccatosi dall'ex sindaco di Napoli per sostenere alle Primarie del 2011 la candidata Valeria Valente (sconfitta da De Magistris). Tonino Borriello fu protagonista di quello che è passato alla storia politica locale come il "caso delle Primarie Pd di Napoli", ovvero la videoinchiesta di Fanpage.it che documentava un passaggio di denaro (l'obolo minimo indispensabile per votare alle primarie Dem) e un voto indirizzato, sicuramente non libero da iniziali condizionamenti. Il caso scatenò polemiche a non finire e una sostanziale rottura fra Bassolino e il Pd. Borriello per un periodo ha ‘volato basso' come in questi casi è consigliabile e ora sta riprendendo quota assicurando a Zingaretti il suo consenso e quindi di fatto avvicinandosi all'area che a Napoli è sostenuta da Vincenzo De Luca.