Parte nel caos il nuovo Piano Traffico di Natale varato dal Comune, che prevede anche l'istituzione della Ztl per i bus turistici al centro storico. Bloccate anche le gite delle scolaresche ai Musei, come è accaduto stamattina ai bimbi della scuola Santa Caterina Volpicelli di Ponticelli che avrebbero dovuto fare una visita d'istruzione al Museo di San Martino e sono stati costretti invece a restare in classe. Mentre continuano le proteste delle Agenzie di Viaggio. “Alcuni gruppi di turisti – afferma Cesare Foa, presidente di AdvUnitehanno già cancellato le escursioni per domani, mentre si registrano rimostranze anche per i gruppi di visitatori dei Teatri cittadini, come l'Augusteo e il San Carlo”. Ma il Comune corre ai ripari. Con un provvedimento lampo approvato ieri sera, infatti, è stata introdotta una serie di correttivi al Piano Traffico di Natale, con deroghe per escursionisti e scolaresche, che potranno chiedere l'autorizzazione per passare. “Stiamo attivando tutte le misure – assicura Ciro Langella, consigliere delegato al Trasporto non di linea – affinché il dispositivo di traffico funzioni al meglio. Preservare l'ambiente e ridurre il traffico sono i nostri obiettivi. Cerchiamo di raggiungerli tutti assieme, con la collaborazione dei cittadini e la giusta informazione”.

Scolaresca bloccata per la Ztl dei Bus Turistici

I correttivi del Comune alla Ztl dei Bus Turistici, sono stati approvati giovedì sera e non c'è stato il tempo materiale per comunicarlo a tutti. Così, stamattina, ne hanno risentito anche le gite studentesche, come nel caso della scuola Santa Caterina Volpicelli di Ponticelli. I bimbi avrebbero dovuto fare una visita d'istruzione al Museo di San Martino questa mattina. Ieri sera, però, raccontano i genitori, la ditta del bus turistico che avrebbe dovuto accompagnare bimbi e maestre ha comunicato che, a causa della Ztl dei Bus Turistici e dell'impossibilità di passare sulla Tangenziale per i lavori in corso, avrebbe potuto lasciare la scolaresca nei siti previsti dal Comune per lo stazionamento al Porto, in piazza Medaglie d'Oro o al parcheggio Brin. Da lì, poi, i bambini avrebbero dovuto proseguire il percorso con i mezzi pubblici. Un transito difficile da organizzare in poche ore per bambini piccoli. La gita è stata quindi annullata. Gli studenti oggi sono rimasti in classe.

I correttivi del Comune: autorizzazioni per scuole e escursionisti

Per venire incontro alle esigenze sia delle scuole che delle agenzie di viaggio, il Comune ha varato un pacchetto di correttivi alla Ztl Bus Turistici per il Piano Traffico di Natale. Mentre finora erano autorizzati ad entrare solo i pullman inferiori a 9 posti, da oggi, invece, sono potranno accedere anche i “veicoli superiori a 9 posti, che accompagnano e prelevano clienti alle strutture alberghiere, agli scali ferroviari, portuali e aeroportuali o che accompagnano scolaresche in gita presso musei, teatri o manifestazioni”. Due categorie che si aggiungono a quella per la quale c'era già la deroga dei bus superiori a 9 posti delle Forze dell'Ordine, Forze Armate e simili. Tutte e tre le categorie per entrare nella Ztl dovranno inoltrare una richiesta alla casella busturistici@anm.it. A questi veicoli, poi, si aggiungono anche gli autobus turistici di linea autorizzati dal Comune di Napoli ai sensi della legge Regione Campania 3 del 2002. “Abbiamo adottato questi correttivi – riprende Langellanel segno della massima condivisione del Piano Traffico di Natale con la cittadinanza. Ogni suggerimento è sempre ben accetto. L'obiettivo è di avere una città più vivibile per tutti e godersi serenamente il periodo delle feste”. Restano sulle barricate, intanto, il Presidente di Federnoleggio/Confesercenti, Gennaro Lametta, che, insieme con le Associazioni Noleggio con Conducente (ACNCC), Guide Turistiche e Agenzie di Viaggio della Campania, hanno annunciato “lo stato di agitazione ed iniziative di protesta contro i provvedimenti assunti dal Comune di Napoli”. Supportate anche dal movimento “Sud Protagonista”.