A Napoli una messa per ricordare tutte le vittime del Coronavirus che, solo in Italia, sono 34.744, mentre in tutto il mondo è stato superato il mezzo milione di decessi. La celebrazione religiosa si terrà domani, mercoledì 1° luglio, in piazza Plebiscito, nel cuore della città, alle 18.45: a celebrare la messa sarà l'arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe. Un'occasione per commemorare coloro che non ce l'hanno fatta e stare vicino ai malati, ma anche per ringraziare gli operatori sanitari e tutte quelle persone che, da mesi, lavorano in prima linea contro l'epidemia di Covid-19: il cardinale Sepe, nel corso della liturgia, reciterà insieme ai fedeli accorsi in piazza – nel rispetto delle norme anti-contagio – la Supplica a San Gennaro, patrono di Napoli e della Campania.

Coloro che non potranno assistere alla messa direttamente in piazza Plebiscito – visto che i posti sono limitati – potranno partecipare seduti sui loro divani, davanti alla tv: la messa andrà in onda su Canale 21, in diretta, con il commento di Peppe Iannicelli. "Canale 21  si conferma la televisione della nostra comunità. Sono stati mesi durissimi nei quali abbiamo assicurato quotidianamente informazioni puntuali, servizi di approfondimento, celebrazioni liturgiche, persino momenti di svago con lo sport, l’arte e la cultura. Abbiamo permesso ai nostri telespettatori – conclude Torino – di non sentirsi mai soli e di sopportare i duri sacrifici personali e collettivi imposti dalla gravità della situazione" ha dichiarato l'editore, Paolo Torino. L'emittente televisiva locale, lo scorso 13 giugno, aveva trasmesso in diretta anche la messa per Sant'Antonio.