Il monastero di Santa Chiara ancora una volta preda dei vandali: nella notte, ignoti hanno distrutto l'area giochi per i bimbi che si trova all'esterno della grande basilica che sorge nel cuore del centro storico di Napoli, a due passi da piazza del Gesù e dall'omonima chiesa. Questa mattina, i tanti cittadini che di domenica si recano all'esterno del monastero, dove oltre al parco giochi per i bimbi sorge anche un'area per i cani, hanno trovato le giostrine vandalizzate: lo scivolo è stato completamente distrutto e gettato all'esterno della recinzione, mentre una casetta è stata divelta e rovesciata su un fianco.

"Vandalizzati stanotte i giochi dei bambini, all’interno dei giardini pubblici di Santa Chiara. Cosa dire? Forse è una città oramai che ha perso l’amore per se stessa e per i propri figli" scrive su Facebook, pubblicando anche le foto dell'atto vandalico, Pino De Stasio, consigliere della II Municipalità di Napoli nonché titolare di un bar proprio a pochi passi da Santa Chiara.

Da tempo, a Napoli, tiene banco il dibattito sulla scarsa manutenzione e vigilanza del monastero di Santa Chiara, tra le basiliche più grandi della città, situata proprio all'inizio di Spaccanapoli, la strada che taglia in due il centro. Non è raro, infatti, che il monastero sia preda di atti vandalici e del degrado: spesso è stata evidenziata l'incuria e la sporcizia che hanno contraddistinto proprio l'area cani e il parco giochi per i bimbi, che si trovano all'esterno, mentre di continuo sulla facciata della chiesa compaiono scritte, che vengono prontamente cancellate, spesso da volontari, salvo poi ricomparire puntualmente.