Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ripartono i collegamenti della SNAV con le isole e la Croazia. La società del Gruppo MSC da domani riattiverà il collegamento veloce da Napoli con le Isole Eolie (Stromboli, Panarea, Salina, Lipari, Vulcano), mentre dal 4 luglio riprenderà il collegamento veloce da Napoli con le isole di Ponza e Ventotene. Confermati anche i collegamenti veloci con Capri, Ischia e Procida e viceversa, con ampia scelta per gli orari di partenza. Riconfermata, sempre a partire da domani, anche la linea Ancona-Spalato effettuata con il cruise ferry “SNAV Aurelia”. Le partenze sono state programmate alle 19.30 da Ancona il lunedì, mercoledì, venerdì e sabato mentre da Spalato si salpa il martedì, giovedì, sabato e domenica.

Potenziati traghetti, navi e aliscafi SNAV

“Finalmente – spiega Giuseppe Langella, amministratore delegato SNAV – ripartiamo e lo facciamo in piena sicurezza, mettendo in atto tutte le azioni necessarie per la salvaguardia e la salute dei nostri clienti ed equipaggi. Oltre al comfort ed alla affidabilità dei servizi, SNAV, si è particolarmente concentrata sulla sicurezza nel pieno rispetto dei protocolli sanitari per contrastare l'epidemia da covid-19 con la sanificazione certificata degli ambienti, il controllo ed il rispetto del distanziamento sociale e l'installazione di filtri HEPA per il ricambio d'aria antivirus covid-19”.

Ischia e Procida, l'Arpac: mare pulito

Intanto, tra le mete più gettonate dei turisti e viaggiatori ci sono in cima alla lista le isole del Golfo, Ischia e Procida, dove anche i prezzi degli affitti delle case vacanza stanno risalendo. Il mare delle due isole peraltro si conferma in ottime condizioni. Secondo i dati dell'Arpac, l'Agenzia Regionale per l'Ambiente della Campania, in seguito agli esami effettuati a maggio e giugno “il mare di Ischia e Procida è risultato sicuro al 100 % per la balneazione”. L'Arpac ha effettuato due cicli di controlli pre-stagionali accertando l'assenza di qualsiasi rischio per la salute del mare che bagna le due isole anche dopo il lockdown, considerato che gli esiti del monitoraggio effettuato a giugno coincidono con quelli già positivi di fine maggio. Anche il fenomeno della schiuma bianca in superficie osservato nelle acque del versante meridionale di Ischia, chiarisce il dottor Lucio De Maio dirigente della Unità Operativa “Mare” dell'agenzia , non desta preoccupazione poiché assolutamente naturale e causato dalla fioritura delle alghe. I controlli sulla balneabilità del mare continueranno come di consueto sino alla fine della stagione estiva”.