Non si è fermato all'alt impostogli dai carabinieri e si è dato alla fuga, investendo due militari dell'Arma: un uomo di 37 anni, A.D. le sue iniziali, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato a San Giovanni a Teduccio, quartiere della periferia orientale di Napoli. I carabinieri della sezione operativa di Poggioerale, impegnati in controlli sul territorio in corso Protopisani, hanno imposto l'alt al 37enne, che si trovava in sella al suo scooter. L'uomo però, invece di fermarsi, ha accelerato, urtando la portiera dell'auto di servizio e colpendo uno dei militari; durante la fuga, poi, ha investito un altro carabiniere. Poco dopo la fuga, il 37enne è stato rintracciato non lontano dalla sua abitazione: sono scattate le manette per resistenza a pubblico ufficiale; giudicato con rito direttissimo, è stato sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per 2 volte al giorno, 3 volte la settimana.

Al Vomero, quartiere collinare di Napoli, invece un uomo di 43 anni, anche lui già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato e multato. L'uomo stava girando sul suo scooter con la moglie e il figlio a bordo, senza la patente di guida e con il mezzo sprovvista della copertura assicurativa. Quando, in piazza Leonardo, è stato fermato dai carabinieri a un posto di blocco, che gli hanno contestato le infrazioni, ha asserito si trattasse di una emergenza per la quale stava accompagnando il figlio in ospedale. I militari dell'Arma non gli hanno creduto e, a quel punto, il 43enne ha cominciato a filmarli con il telefonino in diretta su Facebook, insultandoli: è stato così denunciato e multato.