1.125 CONDIVISIONI
Coronavirus
2 Maggio 2020
13:46

Pacchi cibo a extracomunitari, folla in piazza Garibaldi: interviene la polizia

Folla questa mattina tra piazza Garibaldi e via Torino, dove si sono radunati oltre cento cittadini extracomunitari per un evento di distribuzione di pacchi alimentari. La crisi del Coronavirus infatti sta colpendo tutti i settori e anche tra i cittadini immigrati c’è molta fame in questi giorni. Grazie all’intervento della Polizia, tutti i cittadini stranieri si sono riordinati in fila, rispettando le distanze.
A cura di Pierluigi Frattasi
1.125 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Folla questa mattina tra piazza Garibaldi e via Torino, dove si sono radunati oltre cento cittadini extracomunitari per un evento di distribuzione di pacchi alimentari. La crisi del Coronavirus infatti sta colpendo tutti i settori e anche tra i cittadini immigrati, c'è molta fame in questi giorni. Grazie all'intervento della Polizia, tutti i cittadini stranieri si sono riordinati in fila, rispettando le distanze. La presenza contemporanea di più persone attorno alle ore 10,00 nei pressi di via Torino, dove si trovano l'ex sede della Cgil Campania e la moschea di piazza Garibaldi ha creato qualche assembramento in strada. L'accesso è stato spostato quindi nella più ampia piazza Garibaldi. Sul sono arrivate le volanti della Polizia di Stato per verifiche e ordinare la fila per ricevere i pacchi con gli alimenti. Sul posto anche gli agenti della Polizia Locale di Napoli. Secondo le prime ricostruzioni, la distribuzione di viveri sarebbe stata organizzata dall'Associazione “Dialogo, convivenza e pace”.

I cittadini stranieri si erano organizzati con i numeri. Ma a causa del gran numero di persone che chiedevano il cibo, è intervenuta la Polizia che ha riportato l'ordine e organizzato le file, nel rispetto della distanza sociale. Sono in corso indagini della Polizia di Stato del commissariato Vicaria per capire se l'evento fosse autorizzato. "Si tratta di un evento già fatto anche negli scorsi giorni", raccontano alcuni residenti. Tra gli immigrati, infatti, c'è molta fame: spesso i cittadini stranieri lavorano in settori molto colpiti dal Coronavirus, come badanti e addetti delle pulizie in case private, oppure negli esercizi di ristorazione o anche come braccianti nei campi.

1.125 CONDIVISIONI
27003 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni