Maxi-operazione della Guardia Costiera di Ischia, che ha sequestrato oltre 500 chili di prodotti ittici di vario tipo, tenuti in cattivo stato di conservazione e pericolosi per la salute degli ignari consumatori. L'operazione è avvenuta da parte delle forze dell'ordine, congiuntamente al personale dell'Asl Napoli 2 Nord: in una cella frigorifera posta sotto sequestro al termine dell'operazione, e che si è anche scoperto fosse totalmente abusiva vista l'assenza di autorizzazione e delle più elementari norme igienico-sanitarie, sono stati così trovati oltre cinquecento chili di prodotti ittici, già suddivisi in diverse partite di vendita, e dunque pronto ad essere consegnato ad altri esercizi commerciali e privati che lo avrebbero immesso a loro volta nel circuito della vendita al dettaglio e del consumo nel settore della ristorazione.

La Guardia Costiera di Ischia ha così posto tutta la merce sotto sequestro preventivo: quest'ultima è risultata essere anche non a norma per quanto riguarda le obbligatorie documentazioni di tracciabilità, origine e provenienza dei prodotti. Sequestrata anche la cella frigorifera stessa, risultata essere abusiva oltre che non in regola con le norme igienico-sanitarie. Denunciato all'autorità giudiziaria competente il titolare dell'esercizio commerciale. Si tratta della seconda operazione in poche ore da parte delle forze dell'ordine: nel mercato della Pignasecca, nel cuore di Napoli, erano stati sequestrati altri 500 chili di prodotti ortofrutticoli. In questo caso, frutta e verdura erano esposti in strada senza alcuna protezione e contaminati dagli agenti atmosferici.