23 Dicembre 2019
11:36

Portici, agguato di camorra: uomo ucciso in una tabaccheria

Un uomo è stato ucciso nella mattinata di oggi, 23 dicembre, in una tabaccheria di via Università a Portici (Napoli). È stato ammazzato a colpi di pistola. L’uomo, Ciro D’Anna, 38 anni, sarebbe già noto alle forze dell’ordine. Indagini in corso della Polizia, tra le piste ritenute maggiormente verosimili quella dell’agguato di camorra.
A cura di Nico Falco

Gli hanno sparato in pieno giorno, in una strada trafficata e all'interno di una tabaccheria. Dinamica ancora da definire per l'omicidio avvenuto nella mattinata di oggi, 23 dicembre, in via Università, a Portici, in provincia di Napoli. La vittima si chiama Ciro D'Anna, aveva 38 anni. È stato raggiunto da diversi colpi di arma da fuoco che non gli hanno lasciato scampo; è morto prima che i soccorsi riuscissero a trasportarlo in ospedale.

Le indagini sono affidate alla Polizia di Stato, che sono nella tabaccheria di via Università per i rilievi e l'avvio degli accertamenti. Secondo fonti investigative la vittima era già nota alle forze dell'ordine, sarebbe ritenuta vicina al clan Vollaro di Portici; la dinamica ricalca quella degli omicidi di camorra, ma al momento le indagini sono aperte a 360 gradi. A sparare sarebbero state due persone in scooter, col volto coperto da caschi integrali; lo avrebbero centrato con almeno 5 colpi di pistola alla schiena. Sul luogo dell'agguato è giunto il pm della DDA di Napoli Maurizio De Marco. Gli investigatori stanno ascoltando la compagna di D'Anna, con cui la vittima ha una figlia di tre anni; la coppia abitava in un appartamento poco distante dal luogo dell'omicidio.

Agguato di camorra ad Acerra, ucciso sotto casa

Pochi giorni fa, il 19 dicembre, un uomo era stato ucciso in un agguato di camorra ad Acerra, nell'area a nord di Napoli: Giuseppe Avventurato, 48 anni, era stato raggiunto dai sicari sotto casa sua, in via della Resistenza. Diversi colpi di pistola che lo avevano lasciato agonizzante a terra; soccorso dai familiari e trasportato alla clinica Villa dei Fiori, era deceduto poco dopo.

Nella stessa strada, il 16 febbraio scorso, con dinamica praticamente identica, avevano ucciso Vincenzo Mariniello, pregiudicato di 46 anni. Furono uccisi in un agguato di camorra anche i padri delle due vittime: Domenico Avventurato fu ammazzato nel 1988, Gennaro Mariniello fu ammazzato nel 2000 da un tiratore scelto, che gli sparò mentre era sul terrazzo di casa.

Agguato a Secondigliano, ipotesi epurazione: Fiorillo ucciso per litigio con uomo del clan
Agguato a Secondigliano, ipotesi epurazione: Fiorillo ucciso per litigio con uomo del clan
Giancarlo Siani, giornalista, ucciso il 23 settembre 1985 dalla camorra
Giancarlo Siani, giornalista, ucciso il 23 settembre 1985 dalla camorra
Buccinasco, agguato a colpi di pistola in pieno giorno: morto 60enne, era ai domiciliari per droga
Buccinasco, agguato a colpi di pistola in pieno giorno: morto 60enne, era ai domiciliari per droga
70.299 di francesco loiacono
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni