Era in procinto di imbarcarsi per Ischia dove, insieme ad alcuni amici, aveva affittato una casa per trascorrere qualche giornata di relax, ma purtroppo è stato trovato positivo al Coronavirus e ricoverato in ospedale. È accaduto ieri – ma la notizia è stata resa nota soltanto adesso – al porto di Pozzuoli, nella provincia di Napoli. L'uomo, di giovane età, che avrebbe dovuto prendere il traghetto delle 18.30 per Ischia, durante i controlli agli imbarchi per le isole disposti in materia di normative anti-Covid, è stato sottoposto alla misurazione della temperatura: la sua e quella di un'altra persona, appartenente alla sua stessa comitiva, è risultata superiore ai 37,5 gradi. Come da legge, entrambi sono stati sottoposti a tampone e, quello dell'uomo, è sfortunatamente risultato positivo: per lui è stato disposto l'immediato ricovero; un'ambulanza a contenimento biologico lo ha prelevato dal porto e lo ha trasportato all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, dove è tenuto sotto osservazione.

L'ASL Napoli 2 ha reso noto che la persona trovata positiva ieri sera a Pozzuoli, nel corso dei controlli effettuati agli imbarchi per Ischia, è risultata non affetta da Coronavirus. Il viaggiatore, campano ma proveniente da fuori regione, era risultato positivo al test rapido che rileva gli anticorpi. Ricoverato quindi all'ospedale La Schiana è stato sottoposto a tampone orofaringeo che ha evidenziato la negatività del paziente.

Proprio da Pozzuoli, ieri, era arrivata una buona notizia, come aveva comunicato il sindaco Vincenzo Figliolia alla cittadinanza su Facebook: ben 11 persone sono guarite in 24 ore. "Mi è stato comunicato dall'Asl che UNDICI nostri concittadini sono guariti definitivamente! Una bella notizia: a loro gli auguri di noi tutti per un ritorno sereno alle proprie vite. Rispettiamo le regole, tutti. L'emergenza c'è ancora e noi dobbiamo essere bravi a non far diffondere il virus, a non allargare la macchia dei contagi" aveva scritto il primo cittadino puteolano sul social network, dando la buona notizia ma al tempo stesso invitando tutti a rispettare le regole.