Gli appassionati, ma anche coloro che ne hanno bisogno per le loro attività commerciali, la stavano aspettando: e questa mattina, complice l'abbassamento delle temperature – fino ad ora nettamente al di sopra delle medie stagionali – è finalmente arrivata. Stiamo parlando della neve, che è caduta dalle prime ore di oggi anche sulla Campania: la sommità del Vesuvio, ad esempio, è stata spruzzata di neve. Particolarmente colpita dai fiocchi è stata l'Alta Irpinia: Bisaccia, Castelvetere, Vallata, Montella, Sorbo Serpico, ma anche Ariano Irpino ed Avellino, si sono svegliate questa mattina con le strade imbiancate, che creano un'atmosfera sempre suggestiva. Ovviamente la temperatura più bassa si è registrata nella zona del Lago Laceno, dove la colonnina di mercurio è scesa 4 gradi sotto lo zero e lo spettacolare specchio d'acqua è sul punto di ghiacciarsi, come accade ogni anno, anche se – complice il riscaldamento globale – a cavallo tra 2019 e 2020 le temperature sono sempre state ben oltre la media di stagione. In molti Comuni irpini le scuole sono chiuse cautelativamente causa la difficoltà di accesso alle strade e maltempo.

Se, da un lato, la neve era tanto attesa, dall'altro le fioccate di questa mattina hanno portato le inevitabili conseguenze alla viabilità e alla circolazione automobilistica, in maniera particolare sulla Strada Statale Ofantina: qui, il manto bianco ha reso l'asfalto scivoloso e quindi pericoloso. Sul posto sono giunti gli spazzaneve e i mezzi spargisale, che hanno messo in sicurezza il fondo stradale; l'asfalto pericoloso e l'intervento dei mezzi hanno inevitabilmente creato rallentamenti alla circolazione automobilistica. Secondo le previsione, anche questa notte, con l'abbassarsi delle temperature, la neve continuerà a cadere in Irpinia e, in generale, sui rilievi più alti della Campania.