Un incidente sul lavoro, un operaio in gravi condizioni e il provvidenziale intervento dei sanitari del 118 che gli hanno salvato la vita. È accaduto sull'isola di Procida, nel Golfo di Napoli, dove un operaio di 38 anni è rimasto folgorato dai cavi dell'alta tensione, probabilmente mentre stava tranciando uno di essi, in via Libertà, non molto distante dagli uffici comunali. Sul posto sono immediatamente arrivati i soccorritori del 118: il 38enne era in asistola, ovvero in assenza della sistole cardiaca, condizione che può portare rapidamente alla morte. I sanitari hanno praticato all'operaio le manovre di rianimazione, facendogli così salva la vita. L'uomo è stato poi all'ospedale Gaetanina Scotto di Perrotolo: non sarebbe in pericolo di vita.

Provvidenziale l'intervento dei sanitari del 118 anche in un episodio molto simile che si è verificato lo scorso 10 giugno a Montoro, nella provincia di Avellino. Qui, un operaio di 45 anni è rimasto folgorato: aveva accidentalmente poggiato una scala di ferro a dei cavi elettrici mentre raccoglieva ciliegie. Il tempestivo intervento dei soccorsi, che lo hanno rianimato sul posto, e il celere trasferimento all'ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino, hanno contribuito a salvargli la vita.