Mangiare da Antonino Cannavacciuolo significa avere a che fare con uno chef da 2 Stelle Michelin. A differenza del suo collega Carlo Cracco, il re della cucina meridionale, originario di Vico Equense, non ha perso i "galloni" stellati della nota guida francese. E così anche i prezzi sono stellari: per la notte di San Silvestro 2018 a villa Crespi, la prestigiosa struttura in Piemonte gestita da Antonino Cannavacciuolo e dalla moglie Cinzia Primatesta, nel comune di Orta San Giulio, presso il lago d'Orta, occorre metter mano al portafogli e non risparmiarsi. Ci sono due pacchetti, uno di 2 giorni e l'altro di 3.

Il primo prevede due notti in suite, colazione gourmet servita al ristorante, bottiglia di prosecco selezione Cannavacciuolo, accompagnata da una selezione di frutta fresca e dolci tentazioni dalla pasticceria e ovviamente la cena di San Silvestro (31 dicembre), per due persone presso il ristorante 2 stelle Michelin firmato dallo chef. E costa in tutto 1.049,50 (sì, i 50 cent sono previsti dal listino ufficiale) per due persone, a notte.  Per la tre giorni, invece, è prevista anche l'area relax: massaggio ayurvedico abyangam della durata di 50 minuti per persona. Poi la cena di San Silvestro. A partire da 893 euro per due persone a notte.