Momenti di tensione davanti alla scuola Paisiello di via Montecalvario ai Quartieri Spagnoli, dove alcune madri dei giovani studenti dell'istituto hanno gettato per protesta rifiuti davanti all'ingresso della scuola. Una protesta che però non è piaciuta a tutti: il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli (Verdi) ha puntato il dito contro questa iniziativa, sicuramente fuori dal comune, definendola "forma di protesta sbagliata e controproducente. Atti del genere servono solo a peggiorare la situazione". Quel che è certo è che il problema della raccolta rifiuti sta assumendo proporzioni importanti anche al centro storico, con la centralissima via Toledo che spesso, soprattutto alla sera, si trasforma in una vera e propria distesa di rifiuti tra passanti e negozi.

"Le mamme hanno ragione a pretendere strade pulite nei pressi della scuola", ha spiegato ancora Borrelli, "ma bloccarle con la spazzatura non ha alcun senso. Quanto accaduto non è l'unica criticità legata ai rifiuti. La popolazione è stanca dei ritardi nella raccolta, ma il problema oramai è comune all’intera città. Dalle prossimità della scuola Paisiello ai Quartieri Spagnoli a viale degli Astronauti ai Colli Aminei, passando per il centro storico, Pianura, l'Arenaccia e fino la periferia nord, sono decine le strade con cassonetti stracolmi. Una situazione che è aggravata dal perdurare del caldo, con rischi igienico-sanitari che sono facilmente immaginabili", ha chiosato il consigliere regionale dei Verdi. Già negli scorsi giorni, le strade della periferia nord si erano trasformate in vere e proprie discariche a cielo aperto, portando ad ulteriori proteste dei residenti.