Alessia Ciccone, la ragazzina di 16 anni scomparsa lo scorso mercoledì da Napoli, è stata ritrovata. La ragazzina sta bene e si trova al commissariato di polizia dove in questo momento si sta ricongiungendo con i genitori. Alessia è stata rintracciata grazie a una telefonata con un insegnante dell'Isituto Ferraioli di Napoli, dove era diretta quando ha fatto perdere le sue tracce.  Nel corso della colloquio telefonico, infatti, gli investigatori sono riusciti a rintracciare la posizione esatta e poco dopo si sono presentati alla porta di un appartamento dove Alessia si trovava in compagnia di una persona adulta. Non sono stati forniti altri elementi che spighino le strane circostanze della scomparsa, tuttavia, già alcune testimonianze avevano segnalato la presenza di un uomo avvistato insieme alla ragazzina.

L'allarme per la scomparsa della ragazza era stato dato mercoledì 21 marzo, nel pomeriggio quando Alessia non ha fatto ritorno all'ora consueta. La ragazza, infatti, di solito rientra a casa intorno alle 15 circa, ma mercoledì non è rientrata né ha dato sue notizie. Un testimone ha avvistato Alessia insieme a un uomo. Il cellulare della ragazzina, messo immediatamente sotto controllo, ha agganciato una cella nei pressi di Nola ma poi è stato spento. L'ultimo accesso a WhatsApp risaliva alle ore 19:04 di mercoledì.