Ruba centinaia di caricabatterie da un negozio, poi tenta la fuga su un motorino inseguito dalle forze dell'ordine, dando vita ad uno spericolato inseguimento per le vie del Vasto. Alla fine però, l'uomo è stato catturato dagli agenti della Polizia Municipale, che dopo averlo immobilizzato lo hanno arrestato e quindi deferito all'autorità giudiziaria. L'uomo, colto in flagranza di reato, è stato quindi processato per direttissima, e condannato ad un anno di reclusione, da scontare agli arresti domiciliari.

E' accaduto quest'oggi, nei pressi della Stazione Centrale di Napoli: l'uomo, un napoletano di quarantatré anni, si è prima avvicinato all'ingresso di un esercizio commerciale su via Alessandro Poerio, dove ha visto e rubato un pacco che si trovava vicino l'uscio del negozio, con all'interno centinaia di caricabatterie per cellulari. Afferrato il pazzo, l'uomo è poi balzato in sella al proprio motorino, lasciato lì vicino, ed ha provato a darsi alla fuga. Le urla della commerciante appena derubata hanno però attirato l'attenzione degli uomini della polizia municipale, che si è lanciata all'inseguimento dell'uomo. Prima tra i vicoli della Duchesca, poi lungo il Corso Umberto, l'uomo ha tentato di seminare gli agenti, procedendo in maniera spericolata tra la gente, mettendone a rischio anche l'incolumità. Alla fine però, gli agenti sono riusciti a raggiungerlo ed arrestarlo. L'uomo, che dagli accertamenti successivi si è scoperto avesse già numerosi precedenti penali, è stato sottoposto così al rito direttissimo, mentre la merce è stata recuperata e restituita alla titolare del negozio.