Una scena brutta da vedere e ascoltare.  Inopportuna e squallida poiché presuppone l'assenza di decoro ed educazione da parte di studenti che, seppur di giovane età, non possono mai dimenticare di essere a scuola per imparare, non per dileggiare e umiliare un professore. Il video è stato girato in una scuola superiore in provincia di Salerno prima dell'estate, probabilmente. E , manco a dirlo, è diventato ‘virale' sul web, dove molti ora chiedono l'intervento del Miur per sanzionare gli alunni.

C'è una professoressa che non riesce a tenere a bada una classe composta da studenti che tutto vogliono fuorché rispettare il luogo in cui sono. La situazione le sfugge completamente di mano . In quel momento il clima è da stadio e i ragazzi hanno il sopravvento sull’insegnante.  La figura e il ruolo della prof lasciano lo spazio al dileggio e al caos durante le ore di lezione. "Nell’equilibrio delle parti, perché lo scambio tra insegnanti e alunni abbia un senso e funzioni, bisogna che ciascuno risponda a requisiti precisi – è la considerazione di Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e Gianni Simioli, speaker radiofonico, dopo aver visto il video divenuto virale – La professoressa del video sembrerebbe manchevole dei requisiti necessari. È opportuno, dunque, che i dirigenti scolastici mantengano la massima vigilanza su episodi simili, e non sulle treccine di un tredicenne", conclude Borrelli, facendo riferimento al caso di Scampia, in cui una preside ha vietato l'ingresso ad un giovanissimo allievo ‘reo' di essersi presentato con treccine color blu all'ingresso di scuola.