Noemi ferita dalla camorra a Napoli
7 Maggio 2019
15:13

Salvatore Nurcaro, l’obiettivo del raid in cui è stata ferita Noemi, è in gravi condizioni

Sono gravi le condizioni di Salvatore Nurcaro, il 32enne pregiudicato ritenuto obiettivo del raid di piazza Nazionale, in cui è rimasta gravemente ferita la piccola Noemi. Ricoverato all’Ospedale del Mare, l’uomo oggi verrà operato per un edema alla glottide. Poi si proverà a risvegliarlo per valutare possibili danni cerebrali.
A cura di Gaia Martignetti
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Noemi ferita dalla camorra a Napoli

Mentre la città prega per la piccola Noemi, ferita in un agguato criminale il 3 maggio, oggi Salvatore Nurcaro subirà un intervento. Il 32enne, pregiudicato, è considerato il vero obiettivo del raid tra la gente in pieno giorno tra piazza Nazionale e via Matteo Andrea Acquaviva, nel centro di Napoli. Ricoverato all'Ospedale del Mare in rianimazione, Nurcaro è in condizioni molto gravi e come appreso da Fanpage.it, oggi subirà una tracheotomia chirurgica per un edema alla glottide. Successivamente si proverà ad avviarlo a una "finestra di risveglio", per verificare se ci siano danni cerebrali.

Nurcaro era stato raggiunto dai colpi del killer, che si è poi allontanato in sella a una motocicletta, fuori al "Caffè Elité". Sulla dinamica si indaga a 360 gradi per individuare la matrice dell'agguato. Il 32enne, che resta l'obiettivo del sicario, non è stato il solo a essere stato ferito. Oltre alla piccola Noemi che lotta in un letto di ospedale, anche una donna di 50 anni, la nonna della bambina, è stata colpita di striscio a un gluteo.

In un video delle telecamera di sorveglianza, è possibile capire come sono stati feriti sia Nurcaro che Noemi e sua nonna. Il killer è sceso dalla motocicletta con la pistola già in mano, certo di trovare lì il suo obiettivo. L'uomo è completamente vestito di nero, in testa ha un casco. Si avvicina fino a pochi centimetri, punta l'arma e spara. Salvatore Nurcaro scappa, ma il sicario lo insegue e continua a sparare. Sono le 17 quando si scatena il caos a piazza Nazionale. Una possibile carneficina e invece sotto i colpi a finirci saranno solo due innocenti: Noemi e la nonna. Le pallottole incamiciate di metallo hanno provocato ferite gravissime sia a Nurcaro che a Noemi. Gli investigatori continuano a visionare i nastri cercando la verità di quell'agguato per arrestare il responsabile. Che forse solo Nurcaro, al suo risveglio, può assicurare il più velocemente possibile alla giustizia.

 
125 contenuti su questa storia
"La camorra è una montagna di merda" parla la mamma di Noemi, ferita a 4 anni in un agguato a Napoli
Rimosse le scritte e i disegni osceni dal murales dedicato a Noemi, bimba ferita in un agguato
Rimosse le scritte e i disegni osceni dal murales dedicato a Noemi, bimba ferita in un agguato
Imbrattato il murales dedicato alla piccola Noemi, la bambina ferita in un agguato a Napoli
Imbrattato il murales dedicato alla piccola Noemi, la bambina ferita in un agguato a Napoli
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni