La nuova convenzione tra il Comune e il Napoli per l'affitto dello Stadio San Paolo non è stata firmata, ma ai consiglieri comunali avranno lo stesso i biglietti gratis per andare a vedere la partita Napoli-Sampdoria sabato pomeriggio. La disposizione arriva direttamente dal Capo di Gabinetto del sindaco Attilio Auricchio ed è stata comunicata ieri a tutti i consiglieri, assessori e presidenti di Municipalità. Con un'altra disposizione, invece, Auricchio, l'anno scorso aveva bloccato i tagliandi omaggio ai consiglieri perché mancava la convenzione col Club. Ma non mancano le polemiche: “Io rinuncio – tuona Diego Venanzoni, consigliere Pd – Fino a quando la convenzione non sarà firmata e non saranno saldati i debiti pregressi non andrò allo stadio. E invito anche gli altri consiglieri a fare altrettanto”.

Le preoccupazioni del Consiglio: "Senza convenzione si possono avere i biglietti gratis?"

Palazzo San Giacomo a Napoli
in foto: Palazzo San Giacomo a Napoli.

La questione dei biglietti gratuiti è esplosa la scorsa settimana, quando la presidenza del Consiglio Comunale ha scritto a Palazzo San Giacomo chiedendo le modalità di organizzazione per la distribuzione dei biglietti omaggio ai consiglieri per gli eventi al San Paolo, in vista della prima partita casalinga del 14 settembre. La nuova convenzione, infatti, destina al Comune 140 biglietti gratuiti per ogni partita. Ma c'è un problema. Il patron azzurro Aurelio De Laurentiis non l'ha ancora firmata.

La proposta di accordo era stata approvata dal consiglio comunale il 16 luglio, dopo un lungo periodo di vacatio. Dopo la scadenza dell'accordo-ponte del 2015, infatti, la società sportiva non aveva firmato quella successiva. Così, negli ultimi tre anni lo stadio è stato affittato a giornata, per un importo di 5mila euro più il 10% degli incassi a partita, in media circa 2 milioni di euro all'anno, per le stagioni 2016-2017 e 2017-2018. Il Comune avanza circa 3,5 milioni di euro. Anche la nuova convenzione, che è retroattiva di un anno, andando a comprendere anche la stagione 2018-2019, deve essere controfirmata. Ma la firma prevede il saldo preliminare di tutti gli arretrati. La proposta di accordo prevede un canone di 835mila euro all'anno, più 90mila euro di oneri sulle pubblicità, per 5 anni, prorogabili di altri 5.

Tra i vari articoli c'è anche quello relativo alla distribuzione dei biglietti gratuiti a consiglieri, assessori e presidenti di Municipalità. Non essendo stata ratificata dalla controparte, però, in teoria, anche i biglietti gratis dovrebbero restare in sospeso, come è accaduto lo scorso anno, durante il quale i consiglieri non hanno avuto i tagliandi omaggio. Da qui, la richiesta di chiarimenti scritta dalla presidenza del consiglio comunale.

Il direttore generale: “Ok ai biglietti gratis”

La risposta di Palazzo San Giacomo è arrivata ieri, con una email dell'Ufficio Cerimoniale, quello incaricato della distribuzione dei ticket, ad assessori, consiglieri comunali e presidenti di Municipalità. “Su disposizione del Capo di Gabinetto Attilio Auricchio – è scritto nella nota – si prega di far pervenire entro e non oltre l'11 settembre la conferma ad assistere ed eventualmente il nominativo dell'accompagnatore, alla partita Napoli-Sampdoria che si terrà sabato 14 settembre alle ore 18 allo Stadio San Paolo”.

Il consigliere Venanzoni: “Io non vado. Non è giusto nei confronti della città”

Diego Venanzoni (Pd)
in foto: Diego Venanzoni (Pd)

“Io rinuncio ai biglietti gratis”, replica Diego Venanzoni. “Non c'è la firma della convenzione. I debiti non sono stati saldati. Invito il consiglio comunale a fare altrettanto. Il capo di gabinetto ha disposto l'anno scorso di non andare alla partita in assenza di una convenzione firmata. Adesso arriva una nota in senso contrario. Mi domando: cosa è cambiato? Il Napoli ha saldato i debiti?”.

Il consiglio comunale però ha votato la nuova proposta di convenzione, in gran parte, secondo Palazzo San Giacomo, condivisa anche col Club?

“Il consiglio – risponde Venanzoni – ha solo dato mandato all'amministrazione di sottoscrivere un accordo tra le parti. L'amministrazione assicura a voce che il Napoli firmerà. Ma adesso i soldi non ci sono. Quando arriveranno, andremo allo stadio”.

Quindi non vedrà il Napoli dal vivo quest'anno?

"Comprerò i biglietti e andrò a seguirlo nei Distinti, come ho fatto l'anno scorso".

Per gli studenti delle scuole pubbliche e le associazioni per la legalità sono previsti altri 320 biglietti omaggio, vanno sospesi anche quelli?

“No, assolutamente. La mia è una battaglia politica per affermare un principio. I giovani e le associazioni hanno diritto di andare a vedere la partita”.

Infine, c'è un altro rebus che assilla in questi giorni i consiglieri comunali. In assenza di convenzione, infatti, l'anno scorso non hanno ricevuto i biglietti omaggio. Il nuovo accordo, però, come detto, è retroattivo, perciò mancherebbero all'appello i biglietti gratuiti di tutto l'anno: 140 per ogni domenica. Saranno recuperati?