117 CONDIVISIONI

Secondigliano, Iraq: alberi e cassonetti in fiamme a causa di un petardo di Capodanno

Scene da Far West, poco fa, sul corso Secondigliano, quartiere alla periferia settentrionale di Napoli. A causa di un petardo, alcuni cassonetti sono andati a fuoco, coinvolgendo anche un albero. E questo, nonostante l’ordinanza comunale che, ogni anno, vieti ai cittadini di far esplodere botti e fuochi d’artificio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Valerio Papadia
117 CONDIVISIONI
Immagine

NAPOLI – Sembra una scena da guerra civile, da guerriglia urbana, e invece è solo ordinaria amministrazione, un normale Capodanno nel capoluogo campano. Immagini impressionanti quelle pubblicate su Facebook e che in poco tempo hanno fatto il giro del web: il video arriva dal corso Secondigliano, nell'omonimo quartiere della periferia settentrionale della città. A causa dell'esplosione di un petardo, alcuni cassonetti sono stati repentinamente avvolti dalle fiamme. L'incendio, in breve tempo, ha interessato anche un albero nelle immediate vicinanze dell'immondizia, il cui tronco è stato completamente avvolto dal fuoco.

Tantissimi i cittadini che hanno assistito potenti al rogo. Sul posto si è reso necessario l'intervento dei pompieri per domare le fiamme. E tutto ciò nonostante ogni anno l'ordinanza comunale vieti alla cittadinanza di far esplodere botti e fuochi d'artificio. Ma c'è ancora chi, a mezzanotte, spara colpi di pistola dai balconi e ferisce poveri innocenti che stanno solo festeggiando l'inizio di un nuovo anno: che male possono fare un paio di petardi?

117 CONDIVISIONI
Ritorno di fiamma da una stufa a gas, donna muore ustionata nel Casertano
Ritorno di fiamma da una stufa a gas, donna muore ustionata nel Casertano
Meteo Napoli e Campania: giornate di sole, ma pericolo nebbia anche a bassa quota
Meteo Napoli e Campania: giornate di sole, ma pericolo nebbia anche a bassa quota
La palestra della scuola concessa a un'associazione. Che non fa entrare gli studenti e non paga da 15 anni
La palestra della scuola concessa a un'associazione. Che non fa entrare gli studenti e non paga da 15 anni
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views