Non ci sono soltanto danni alle coltivazioni in Terra di Lavoro: il nubifragio che si è abbattuto sul Casertano ha fatto rischiare grosso anche una donna: i pompieri sono intervenuti a Villa Literno dove hanno salvato la signora da un'inondazione; la sua casa di campagna era letteralmente circondata dall'acqua. Nella pianura dell'area alifana, da Piedimonte Matese fino a quella caiatina si registrano gravi danni alle campagne. A Casertavecchia, momenti di paura per il crollo di alcuni alberi lungo la Panoramica. Come già spiegato da Coldiretti le situazioni drammatiche sono oltre che a Villa Literno anche a Capua, Pignataro Maggiore, Castel Volturno, Santa Maria la Fossa, Sessa Aurunca e Mondragone

Lo stesso sul litorale domitio tra Castel Volturno e Mondragone la pioggia, lo straripamento del fiume Volturno e di diversi canali hanno mandato in tilt il centralino dei vigili del fuoco e della protezione civile. A Sessa Aurunca la materna San Leo è stata colpita da un fulmine e domani, come annunciato dal sindaco, rimarrà chiusa per la verifica della struttura.